Pinocchio e Collodi

pinocchio e collodiEditore: Mondadori Bruno
Argomento: Collodi
Genere: letteratura italiana: critica
Collana : Testi e pretesti
Data pubbl.: 2002

Acquista Online

L’incontro con Pinocchio e Collodi è nato grazie a un grande illustratore italiano, Roberto Innocenti, insieme al quale ho scritto La mia vita in una fiaba che ripercorre la sua biografia, e che uscirà tra breve anche in spagnolo e in francese. Me lo fece conoscere mio marito che possedeva un’edizione in tedesco di Pinocchio illustrata da Roberto. Ho poi scoperto che anche molti illustratori stranieri (Roland Topor, Sabrine Friedrichson, Nikolaus Heidelbach, Ed Young, Nicoletta Ceccoli, Sara Fanelli - che in realtà è di Firenze ma ha sempre lavorato a Londra - Greg Hildebrandt, Iassen Ghiuselev, ecc.) avevano illustrato Pinocchio. Anche grazie alle loro illustrazioni mi resi conto che da tantissimi anni Pinocchio non si muoveva più in un orizzonte soltanto italiano, ma sul palcoscenico del mondo. Dalle illustrazioni al testo il passo è stato breve e così ho dedicato la mia ricerca a un libro che avevo amato dall’infanzia e anche alle vicende biografiche del suo creatore, Carlo Lorenzini in arte Collodi. In seguito ho scoperto che nel mondo molti scultori (Mimmo Paladino, Alex Pinna, Annette Messager, Paul McCarty, Jim Dine, Ron Muec, ecc.) si sono occupati di Pinocchio. L’aspetto interessante è che si tratta spesso di sculture enormi che pesano tonnellate. Perché oggi c’è bisogno di dare delle dimensioni gigantesche a un burattino? Forse la necessità di ingigantirlo dipende dal fatto che non si riesce a coglierne la fragilità, come se non fossimo più in grado di intravedere un futuro in cui crescere diventa sempre più difficile. Studiando Le avventure di Pinocchio mi sono resa conto della sua complessità e anche del fatto che in tutti i paesi del mondo è una storia sentita come propria. Pinocchio appartiene a tutto il mondo perché tocca sentimenti molto profondi senza semplificarli e offre una visione dell’infanzia, della paternità e della vecchiaia in cui l’ambivalenza non viene rimossa.

 PINOCCHIO IN ITALIA E NEL MONDO

Tags: Saggi, Critica Letteraria

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.