Blog

Presentazione "Grazia Deledda I luoghi gli amori le opere" a Roma

locandina deledda"Grazia Deledda I luoghi gli amori le opere" sarà presentato il 18 febbraio alle 17:30 in via Annone 4/d (Metro B1 S. Agnese Annibaliano).

Intervengono, insieme all’autrice: Simone Pisano, docente di Linguistica Università Guglielmo Marconi, Maria Vittoria Migaleddu con le letture di Rosalba Mereu. Verrano esposti alcuni dipinti di Nicolina Deledda gentilmente messi a disposizione dalla Famiglia Morelli.
Il libro  apre una nuova prospettiva sulla biografia di Grazia Deledda infatti, grazie al ritrovamento, presso biblioteche europee, di lettere e cartoline inedite, mostra il suo intenso scambio intellettuale con numerosi interlocutori stranieri. Indaga e documenta la fitta rete di rapporti tra la Deledda e l’ambiente intellettuale e artistico italiano e romano in particolare.

Leggi tutto

Chiaro di terra

rossana dedola blogRossana Dedola, Antonio Pibiri, Chiaro di terra, Postfazione di Davide Zizza, L’arcolaio, Forlì 2016.

La fotografia di Saul Leiter, Ana, scattata a New York nel 1950, e scelta per la copertina del libro di Antonio Pibiri "Chiaro di terra", mostra il viso della donna illuminato solo in parte, mentre il resto è in ombra. Saul Leiter considerava le sue fotografie come frammenti di possibilità senza fine e questa spiegazione sembra dirci qualcosa anche di quest’opera di Pibiri in cui i dettagli paiono ridotti all’osso, all’essenziale, eppure rimandano sempre a altre esperienze, a altre possibilità. Il titolo della raccolta contiene in sé un’immagine astronomica: con l’allineamento del sole con la terra e la luna, e prendendo come punto di riferimento quello lunare, si può assistere, come hanno potuto fare gli astronauti in orbita nello spazio, alla visione del nostro pianeta illuminato dal sole, all’immagine della terra che risplende nel cielo. Il chiaro di luna è sostituito dal chiaro di terra, i dettagli vengono a essere giustapposti a una visione cosmica e ciò che la terra rappresenta, il basso, l’ombra, sembra essere fortemente attratto verso l’alto.

Leggi tutto

«Le Madri le Madri…» e “Madre d’inverno” di Vivian Lamarque

paola gandolfi macchina madreIl regno delle Madri è inconoscibile, fuori dal tempo e dallo spazio, puro principio. Le Madri, usato al plurale, è il nome dell’ignoto: “Die Mütter sind es” (“le Madri sono ciò”). Le dee madri più antiche, le grandi madri mediterranee erano grotte, caverne, colombe, rappresentate da statuine steatopigiche o da quelle a forma di violino delle isole Cicladi. Le grandi madri della Sardegna anche in alabastro hanno il naso pronunciato, i seni, e le braccia che allontanandosi dal busto formano una croce, ma potrebbero essere ali.

Leggi tutto

La clinica degli orsi

rossana dedola clinica degli orsiLa porta del negozio si aprì di scatto e una scampanellata segnalò che era entrato un cliente. Un formicolio di nevischio andò a depositarsi sul muso degli orsachiotti che riempivano sino all’inverosimile la vetrina e una folata di vento fece ondeggiare la tenda che divideva il negozio dal retrobottega. “Arrivo subito!”.
 
Dietro la tenda il signor Gotz sollevò il piede dal pedale della macchina da cucire e preso un paio di forbici tagliò il filo. Uscì con un balzo e si tirò dietro la tenda con un colpo deciso, non voleva essere disturbato mentre ricuciva i suoi orsi e tanto meno desiderava che qualcuno buttasse l’occhio nel retrobottega. Vi regnavano un ordine e una pulizia assoluti che davano al locale un’aria completamente assetica. Non per niente l’insegna che aveva collocato sulla porta del negozio riportava la dicitura “Clinica per orsi” e lui ormai si era abituato a lavorare nel retrobottega indossando un camice verde.

Leggi tutto

Grazia Deledda a Roma

grazia deledda rossana dedolaLa Biblioteca Nazionale Centrale di Roma inaugurerà giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 16:00 un nuovo spazio permanente dedicato alla figura e all’opera della scrittrice sarda Grazia Deledda (Nuoro, 27 settembre 1871 – Roma, 15 agosto 1936).

Il percorso espositivo di Sotto il cedro del Libano. Grazia Deledda a Roma, organizzata anche grazie a una significativa donazione degli eredi Morelli, si comporrà di libri, fotografie, dattiloscritti e oggetti che testimoniano la presenza a Roma di Grazia Deledda e della sua famiglia, i loro interessi culturali e letterari e le vicende del conferimento del premio Nobel.

Leggi tutto

Presentazione del libro "La quercia e la rosa" di Ludovica de Nava

Presentazione del libro di Ludovica de NavaNuoro, 25 giugno 2015, presentazione del libro di Ludovica de Nava, La quercia e la rosa, Il Maestrale, Nuoro 2015.

Il libro di Ludovica de Nava, La quercia e la rosa, uscito recentemente da Il Maestrale, va ad aggiungersi a altri due libri che contengono lettere di Grazia Deledda, Lettere ad Angelo de Gubernatis (1892-1909), uscito nel 2007 a cura di Roberta Masini presso il Centro di studi filologici sardi/CUEC, e Amore lontano. Lettere al gigante biondo (1891-1909), uscito da Feltrinelli nel 2011 a cura di Anna Folli. Va ad affiancarsi ai primi due libri,  ma anche ad allontanarsene  per un motivo che va detto subito: La quercia e la rosa non riporta infatti soltanto le lettere di Grazia Deledda, come fanno gli altri due libri.   

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.